giovedì 28 marzo 2019

errare

Repetita iuvant ma fino a quando ?
Oggi il clima avverte il mondo intero per gli improvvisi cataclismi  che inondano il pianeta.

L'umanità si affaccia spaventata alla finestra ,fuori è ancora notte,e aspetta l'alba ...e ancora un istante soltanto e sarà sommersa dai disastri che sta combinando.
Scarica nel vuoto,lampi acceccanti del combinato disposto mal regolato, cancellando i diritti umani nel robot che stà indossando.
Ogni era ha il suo tempo e l'umanità, per diritto divino che corrisponde ai doveri che ha, apre  gli orizzonti che il web incastella per gli opliti  in separati luoghi .
 Il web è una rete che va manovrata da esperti nocchieri nel liquido mare che avanza....e ognuno ,al suo posto,battaglia.
Più in alto è la quota vincente più la lotta è avvincente...la posta è il diritto vivente nutrito d'amor per la gente......coscienza sociale non mente.

 Internet è regina e padrona del mondo..tremante... realmente, portando la signora Informatica avanti......nel desco dell'umana vicenda ... cercando  indifesa la coscienza civile .

Il Robot, servente  Internet  , si presenta alla lotta  ma il Diritto vivente ,che certo non muore nel cuore del mondo, accetta la sfida ridando all'errare il  comune percorso migliore .

L'Informatica informa  e allora la Norma,nel musical conteggio dei suoi ritmi trascolora in amore e Armonia,nobilmente offre per legge e, nell'Opera egregia ,ritma  il giardino della terra.

In tal modo  rimane di lei quanto è di  frutto.



domenica 24 marzo 2019

CINESERIE

Per gradi ci avviciniamo alla realtà quotidiana,
Oggi il clima è estivo e manca l'acqua da giorni.
Oggi a Roma il degrado del clima è totale e si vede nella raccolta dei rifiuti che rimane nei cassonetti ripieni e abbandonati al sole su strade malandate  e macchine posteggiate su spazi che non permettono ai pedoni di passare.
La metro ha fatto buca in tre stazioni di fila e, su strada, mancano bus sulle rotte necessarie alla città per tornare all'obiettivo che una capitale deve avere : il buon senso è perso per le vie che l'hanno perso......sono tutti sensi vietati anche se cancellati i segnali nelle targhe stradali.

La 17ttesima circoscrizione scende già per via Gregorio XIII sino via Battistini nel surreale selvaggio che marcisce senza avere terra dove decomporre il suo cadavere amministrativo.
Qualche pino resiste ,superata la prova del taglio in cui i molti sono caduti per mano di maldisposti giardinieri del comune,e le montagne dei micro e macro rifiuti sono i puzzolenti punti di richiamo per chi riesce a percorrere la via.
Le condutture del gas  e dei servizi sono disotterrate riaperte e risistemate nelle strade dove il parcheggio sotterraneo  fronteggia l'altro,all'aperto ,più in basso dove segnali sono in quello stato che si vede, il sotterraneo invece , è con ingresso sulla curva finale della strada che non ha fine se non con altre barriere di cemento per togliere l'ultimo respiro alla terra cementata.
Sarebbe il caso di invitare i delegati amministratori di giungere, con attenzione per non essere ingoiati dalle voragini dei disastri realizzati esistenti ,per prendere nota dei cataclismi  avvenuti e provvedere .
Cineserie questi paesaggi che affrontano i romani in ogni angolo del giorno ,oggi che è  meteo d'estate fuori stagione e Roma,città eterna per dire che non vuol morire,accoglie nel suo ventre la Cina e il suo presidente nel viaggio della via della sete.
Viaggio di ritorno al presente dove avviene questo ambaradan per un nuovo passo del mondo ..l'est e l'ovest si incontrano e i rituali sono nel quadro che ne dispone ogni algoritmica necessità.

L'Economia ha bisogno e rialza la testa per riequilibrare la misura che confronta un italiano con 22 cinesi e  in questa faccia che rimbalza su tutti i media del momento ,pone il suo progetto per l'Ecologia.
Ogni spazio in una giornata di sole come questa  va affrontato e coltivato con sapienza ed amore,possibile "lo stacca e incolla "sull'abbecedario del presente per ridare quanto manca al presente-futuro?
Il presidente Xi ,chiamiamolo per nome viene da lontano anche lui e  tiene per mano la moglie, bellezza che porta nel cuore l'arte del mondo vissuta e fiorente come norma presente.

La terra è una sfera che ruota nel cielo e altra sorte non c'è  che questa che torna per tutti in ogni momento che vedi e che passa e che torna tenendo per mano la Norma   con la mappa  di cui  conosci il sapere col sapore e le forme e i sapori  che Polo segnò col suo "marco" e i cavalli del sole,che vedi giocare nel mattino che viene.




mercoledì 6 marzo 2019

ORA

                           ORA CONTIENE TUTTO QUELLO CHE PUOI...
Nella ruota del tempo che passa e che non sai fermare come vorresti,come vorrebbe ogni giocatore che alla ruolette punta sul numero suo e non sa come incorruttibile è l'Ora.......Ora che passa e non torna .
ed allora ritorna alla ruota del tempo che sorride e diviene kairos  presente.

Ora è l'algoritmo,cioè il risultato di una funzione della mente del cervello.... ed è quel numero giusto al gioco che il destino ha posto nel gioco.

Siamo ora sessanta minuti di corsa per tentare la sorte al destino che porti, e per questo ci provi e ogni volta migliori l'assetto e disponi la corsa all'avvio su pedane migliori...

Sei pronto per l'ORA che arriva quando sei sull'onda  del mare che  immensa ti appare.
Ora l'ora che appare è di fronte a quell'ora che  vedi  col numero intero ,sessanta minuti percorsi più volte alla ruota del gioco e che  ritorna  vincente alla sorte che torna.....per l'ultima volta a Campione dove ruota per  tutti intorno a quel numero giusto che manca e non sai.

Molte volte  son crollate del ponte  per il calcolo esatto che fece il maestro ingegnere per te ed allora nell'ora  presente l'algoritmo è vivente.....Cardano lo sa riscaldando l'algida sorte del ritmo col cuore.
Perchè?



venerdì 1 marzo 2019

IL DIRITTO VIVENTE

Il Sistema tecnologico informatico  " sta dando forma   alla coscienza civile e inquina la coscienza sociale .
L''informatica  è automatica e domina i quadri (quanti sono quelli che puoi trovare esposti , ,sottoposti e gentili ,nella sua galleria di smartfhone ) di Internet ,regina delle comunicazioni con la sua rete web ,suadente sistema .


Oggi il "Sistema" sta  divorando i limiti degli equilibri umani   e deborda,  infriltandosi nelle faccende  che i cittadini debbono risolvere per vivere ,diventando Intelligenza Artificiale manifesta 

La coscienza civile così ,con le vesti della Intelligenza Automatica, assume il Robot come cuoco efficente per distribuire ,nel menu quotidiano,un offerta che "non si può rifiutare".

La sua forza è l'offerta che  ha modellato ai bisogni che ha  nelle funzioni del dominio che sta esercitando.......
Nei grandi tecnologici alberghi della società d'oggi Internet opera ,con le trasformazioni opportune ai guadagni che vuole,  scollandosi dalle tavole salutari  dei cibi  prodotti e digeriti nelle  chiavi della bancha mondiale dove manca il cuore del pianeta terra ,l'unico che abbiamo e che per tutti è  se batte in armonia.


In questo estremo disagio ,una fibrillazione di madre natura  che vive nell'armonie che la terra ha negli orizzonti in cui siamo ,richiama (il clima che cambia  è vittima bordline di una società liquida con terremoti e sunami) una nuova alleanza, e  la coscienza civile,  dispersa dalla informatica   l'accetta.

Il diritto alla vita nell'intero paese mondo reclama   il diritto vivente ,  ed in questo, nell'insieme comune al richiamo ,come  scuola d'amore, procede. 





lunedì 4 febbraio 2019

PAROLE dem

La convenzione del P.D.all'Ergife ripropone il dramma politico del partito di "sinistra " egemone nei residui risultati che ha ,in questa parte,nella architettura delle forze politiche italiane.

 Parole dove ancora manca quello che può riportare al confronto elettorale il partito democraticho con le diverse invertebrate forme che possono restituirlo nella sua piena forza all'Italia .
Il popolo di sinistra  ha orizzonti chiari nei programmi ,nelle aspirazioni e nei bisogni che i singoli conflittuali leader del momento non hanno la forza  per  servire con  una nuova democrazia  per battere quella strada, del quadro del Quarto Stato di Pelizza da Volpedo nella immediatezza dei problemi che travagliano il paese.

Il leader della sinistra, che scivola nella miseria delle complessità non può perdere l'orizzonte reale che deve avere la "sinistra",non può scivolare sulla piattaforma in cui si confrontano i minimi programmi ,che sono i grandi precisi input che riguardano il paese nella crisi  di una civiltà ,che vuole la forza della verità sui destini propri di una sinistra,  che salva se stessa nella forza che ,oltre le parole, deve esprimere, per non essere risucchiata dalla astenia antropologica degli algoritmi in cambiamenti di facciata...
Là  dove annegano le qualità nei "qualia"(imaginig) incosistenti e sfilacciati del panorama dei media, indifferenti nelle economie di mercato nelle algide dimostrazioni delle banche mondiali.

Il leader della "nuova"sinistra vincente ,per ridare, alla ruota del destino la forza della verità, mette sul tavolo delle forze in campo, quanto è il problema nei singoli campi che  deve coltivare, per l'unità delle forze in questo estremo tentativo.
In questo,  in cui può riprendere forze e dignità nella passione che restituisce all'animo inborghesito dei cittadini elettori,nel vuoto dei programmi complessi e fratricidi che annegano nelle ragnatele dei sunami, dove ha, nella bandiera del barbiere ,quei segnali  che ruotano in concreto sul cambiamento .

Ecco l'ecologia ,il clima che trascina, nelle voragini astruse delle differenze  rispetto ai bisogni attuali dei cittadini sull'ultima spiaggia ,quanti sono evidenti nei barconi dei migranti.
Dall'Africa tornano, in un rigurgito di violenze ,tutte le necessità di una "sinistra" globale per riaprire la strada, almeno uno spiraglio, prima che l'umanità somatizzi nella indifferenza i problemi del giorno in una  notte senza albe.

In questo ribollire di parole di una coscienza civile che la sinistra sta perdendo nella via che esclude sponde anche elettorali ,per l'Italia,l'Europa ed il mondo planetario dove non avrà risposte da dare,vale la costruzione di un partito che  riprende il cammino sulla coerenza che il programma Ecologia uguale ad Economia restituisce al cambiamento.


sabato 2 febbraio 2019

VENEZIA


                          Un' idea per Venezia ed il turismo che la degrada oggi

Come eliminare i danni che le grandi navi fanno passando per  il Canal Grande e come permettere a chi arriva, da lontano e vicino, di godere del viaggio con la visita in loco...a Venezia città d'acqua e d'amore?

Salvar l'economia, selvaggia di pretese sbilanciata  nel presente, per le maree di gente.... prone forze turistiche  della bellezza che la città conserva?
La città si mantiene in equilibrio se le onde del mare non son mosse da quelle ben maggiori dei vascelli dalla mole adeguata al movimento.

In questo ci perde la città ,nel divenir macchiata senza salvar la faccia, perchè la scienza impazza nel  potere  che manca al risultato....perde infatti l'avvio per  salvar  cavoli e capre  nell'entropia prodotta dal lavoro giungendo alla bellezza  senza falle.

Senza aspettar Mosè con le sue dighe salviamo del presente il bel  futuro sulle rive dell'oggi ....necessario ..come diritto vuole per l' agente.

Facile è dirlo, quando l'hai pensato ,se giunge poi, di conseguenza ,al risultato.
La faccia è la bellezza che "mai non resta"se dentro al cuor  si manifesta infine al punto esatto ove il sapere impazza.

Il punto esatto è proprio questo qua dove un' idea può divenir realtà.
Le grandi navi ferme sulle sponde della città , non oltre il danneggiar che il "mose" cerca di fermare,
e battelli pronti come gondoliere adatti per accogliere  i turisti in città per il tempo necessario alla faccenda.
Questa a ciascuno, nell'ordine dovuto, offre l'oggetto e la vacanza  giusta per quanto a lui è dovuto in questo viaggio.

Questo, con  Casanova venezian fuggiasco,offre, dentro quel mar che di bellezze è degno e che fù Polo per trovar la Cina, l'assenza e la durata.... e poi ci saranno le navi all'altra sponda, in attesa del giusto circolar della vacanza.
Questa a ciascuno spetta e torna bene ad onor della scienza che li tiene  come coscienza insegna    nel trascendental circolar globale  della vita ....cosi come  scienza ...insegna.

domenica 20 gennaio 2019

armonia

Oggi ,il 19 gennaio,al "palazzaccio",il mastodonte che nel cuore di Roma propone giornalmente il diritto alla giustizia  per  mantenersi ,secondo l'opportunità di natura nella quale è ogni individuo gli avvocati svolgevano  le elezioni dei propri organi costituzionali.

Giungendo dalla piazza Cavour,mentre il cielo si rassenerava,una folla di avvocati ,aggruppati sull'ampia scalinata d'ingresso ,  indicava le prospettive  nel campo ed  il senso del percorso  che mi raggiungeva con la  percezione dello spettacolo.

Bellissimo, per me che ne ritrovavo il significato, in quella esposizione vincente nel quadro contrapposto in verità di confronto dimostrativa.
 L'opera dell'avvocatura è bellissima per  quanto nell'intero mondo oggi è necessario ed è la forza che pone confini ,al trasbordare dei sistemi mercantili complessi e sbilanciati dall'informatica nel pianeta.
 L'unico che abbiamo,per la difesa dei diritti che sono mistificati dalle ordalie in progress.

, Muoversi insieme, verso  un Nuovo Ordine Mondiale Ecologico è un segnale che l'avvocatura deve dare,aggregandosi,  come oggi dimostrava in procedendo, per le nuove modalità d'intervento,piena la scarsella del sapere nella sua progressione .